Banca Generali

Collegamenti ai contenuti della pagina:
il contenuto della pagina
il menu di navigazione
il motore di ricerca

Menu di navigazione - Torna all'inizio

 
Glossario
 
ultimo aggiornamento  01/08/2008 15:59
 

Contenuto della pagina - Torna all'inizio

 
A
 
ABI
L'Associazione Bancaria Italiana rappresenta, tutela e promuove gli interessi del sistema bancario e finanziario (www.abi.it).
 
Architettura aperta
In finanza, la politica di offrire ai consumatori una scelta di prodotti e servizi di terzi invece di offrire esclusivamente quelli propri. È stato sviluppato come un modo meno costoso e flessibile per dare accesso a una ampia gamma di mezzi di investimento senza restringere la scelta di fondi a uno solo fornitore di prodotti finanziari.
 
Assets under management (AuM)
Il volume di risparmio gestito, inclusi fondi comuni, gestioni patrimoniali in fondi o mobiliare, il risparmio assicurativo e il risparmio amministrato. Nel caso di Banca Generali, il valore degli assets under management si riferisce alle masse gestite attraverso le reti di promotori finanziari della compagnia.
 
Assogestioni
Assogestioni è l'associazione del risparmio gestito che rappresenta le società italiane di gestione del risparmio, le società straniere di investment management operanti in Italia, diverse banche e imprese di assicurazione che operano nella gestione individuale e nella previdenza complementare (www.assogestioni.it).
 
Assoreti
Assoreti è l'Associazione Nazionale delle Società di Intermediazione Mobiliare e delle Banche che collocano presso il pubblico prodotti finanziari, bancari e assicurativi avvalendosi di reti di promotori finanziari (www.assoreti.it).
 
Azione
La parte minima e virtuale in cui può essere diviso il capitale sociale di una società per azioni, gli interessi degli azionisti e i documenti che li rappresentano.
 
B
 
Basilea II
Serie di raccomandazioni, pubblicate dal Comitato di Basilea sulla Supervisione Bancaria, che mirano a stabilire uno standard internazionale sui requisiti patrimoniali delle banche in relazione ai rischi (finanziari, operativi) assunti dalle stesse.
 
Bilancio annuale
La funzione principale del bilancio annuale è quella di fornire informazioni veritiere e accurate agli azionisti e terze parti alla fine di ogni anno fiscale sulla situazione finanziaria ed economica della società. Fornisce un riassunto delle attività svolte durante tale periodo e rende possibile determinare i risultati finanziari per ogni singolo periodo (profitti o perdite). Il bilancio annuale è sottoposto all’assemblea degli azionisti per essere approvato dai soci.
 
Black-out period
Il periodo, secondo la normativa italiana, durante il quale i soggetti rilevanti delle società quotate non possono negoziare i titoli della società a cui appartengono. Il divieto si applica nei 30 giorni precedenti il Consiglio di Amministrazione chiamato ad approvare il progetto di bilancio e la relazione semestrale e nei 15 giorni precedenti il Consiglio di Amministrazione chiamato ad approvare le relazioni trimestrali.
 
C
 
CESR
Il comitato indipendente che raggruppa le autorità di borsa europee (Committee of European Securities Regulators) e che ha funzioni consultative e non regolamentative. La CESR mira a migliorare il coordinamento tra le autorità membri e aiutare a implementare la legislazione comunitaria negli stati membri dell’Unione Europea.
 
Codice ISIN
Il codice a 12 caratteri alfa-numerici che identifica uno strumento finanziario (obbligazioni, azioni, warrant e cambiali finanziarie). Il sistema di numerazione è standardizzato dalla ISO 6166.
 
Consiglio di Amministrazione (CdA)
Il Consiglio di Amministrazione è un gruppo di persone che dirige la società. Nella maggior parte dei casi i membri del consiglio hanno specifici doveri fiduciari in base ai quali gli amministratori sono tenuti ad agire nell’interesse della società. Il consiglio di amministrazione può essere di due tipi; nel primo caso rimane in carica e si auto-rinnova, oppure può essere eletto dai membri della società. Nel caso delle società per azioni, il CdA è quasi sempre eletto dai soci della società (azionisti).
 
Consob
La Commissione Nazionale per le Società e la Borsa è  l'autorità di controllo del mercato italiano dei prodotti finanziari; obiettivi della sua attività sono la tutela degli investitori e l’efficienza, la trasparenza e lo sviluppo del mercato (www.consob.it).
 
Corporate governance
Una serie di regole che sovrintendono e regolano la gestione e il controllo della società. Il sistema di corporate governance definisce la divisione dei ruoli e dei doveri tra i partecipanti alla vita della società assegnando compiti, responsabilità e poteri decisionali attraverso l’istituzione e l’intervento di organi interni (consiglio di amministrazione, assemblea degli azionisti, collegio sindacale) e organi di controllo esterni (Consob e società di revisione).
 
Cost/income ratio
Misura impiegata per rappresentare l'efficienza nella gestione di una società finanziaria o di una banca. È data dalla formula seguente: (totale spese amministrative + altre spese – altri proventi) / proventi totali.
 
D
 
Dividendo
Il dividendo è la remunerazione distribuita su base annuale agli azionisti dalla società in ritorno del capitale investito. La nozione di dividendo è strettamente connessa a quella di profitto per tale periodo. Una volta approvata una delibera in merito agli utili, gli azionisti acquisiscono il diritto al pagamento dei dividendi. I dividendi possono essere formati dai profitti utilizzabili per quel periodo e dalle riserve.
 
E
 
F
 
Flusso di cassa
Il flusso finanziario generato da una società in un determinato arco temporale. Più precisamente è l’importo con cui l’utile (ricavi derivanti dall’attività e non dal credito) eccede le spese (costi di gestione per il periodo che hanno richiesto esborsi di cassa).
 
G
 
Gestione di portafogli: GPF E GPM

Per gestione di portafogli si intende la gestione, su base discrezionale ed individualizzata, di portafogli di investimento che includono uno o più strumenti finanziari e nell’ambito di un mandato conferito dai clienti.
Le Gestioni di portafogli possono distinguersi in GPF (Gestioni Patrimoniali in Fondi) e GPM (Gestioni Patrimoniali Mobiliari).
Le GPF investono in OICR (fondi comuni d’ investimento e SICAV).
Le GPM investono direttamente in valori mobiliari (titoli azionari e/o obbligazioni). Possono anche investire in OICR (fondi comuni d’investimento e SICAV).


 
H
 
I
 
IAS/IFRS
Gli IAS sono standard di contabilità internazionali (International Accounting Standards) emessi dall’International Accounting Standards Board (IASB). Gli standard che messi dopo luglio 2002 sono conosciuti con l’acronimo IRFS (International Financial Reporting Standards).
 
J
 
K
 
L
 
M
 
MiFID

È la direttiva europea 2004/39/CE (Market in Financial Instruments Directive) entrata in vigore 1 novembre 2007. Tale legislazione scaturisce dall’esigenza di definire un quadro giuridico comunitario coerente a fronte di una crescente complessità dei mercati, del numero degli investitori, nonché dei servizi e degli strumenti finanziari.


 
N
 
O
 
Obbligazione
Un’obbligazione è un titolo di debito; l’emittente dell’obbligazione si impegna a restituire al possessore sia il capitale sia l’interesse (la cedola). L’emissione dell’obbligazione può essere legata ad altre condizioni, come l’obbligo da parte dell’emittente di fornire certe informazioni al possessore dell’obbligazione, o limiti sul comportamento dell’emittente. Le obbligazioni sono generalmente emesse per un periodo di tempo determinato (la scadenza) superiore a un anno. Un’obbligazione è solo un prestito, ma sottoforma di un titolo di credito per il possessore.
 
OICR
Organismo di investimento collettivo del risparmio. La denominazione identifica i fondi comuni di investimento e le società di investimento a capitale variabile (Sicav).
 
P
 
Patrimonio netto
Include il capitale sociale, le riserve di capitale, gli utili accumulati e quelli residuali per l’anno in considerazione.
 
Payout ratio
La percentuale di profitto distribuita in qualità di dividendo.
 
Periodo di vesting
Il periodo che precede il momento in cui un dipendente detiene senza condizioni le azioni assegnatogli in un piano di stock option. Generalmente non è possibile esercitare il diritto legato al piano di stock option in un qualsiasi momento: esistono determinate percentuali di investimento che maturano in determinati periodi nel corso dell’investimento stesso.
 
Private banking

Con tale definizione si fa generalmente riferimento all’offerta di servizi finanziari personalizzati e di elevata qualità rivolta ad un numero limitato di clienti con grandi disponibilità e bisogni finanziari complessi.


 
Promotore finanziario

Soggetto a cui devono ricorrere, tra l’altro, le imprese di investimento, le SGR e le banche nel caso di offerta fuori sede di strumenti finanziari o di servizi di investimento. Il promotore finanziario esercita professionalmente l’offerta fuori sede come dipendente, mandatario o agente della Società. Il promotore finanziario svolge l’attività esclusivamente nell’interesse di un solo soggetto e deve essere iscritto in un apposito albo.


 
Q
 
R
 
Return on equity (ROE)
Misura impiegata per rappresentare la capacità di un’azienda di dare un ritorno agli azionisti ordinari, gli unici fornitori di capitale che non hanno un ritorno fisso. Corrisponde agli utili al lordo di spese straordinarie, meno i dividendi delle azioni privilegiate, diviso per la media del capitale ordinario degli azionisti.
 
Risk management
Il processo di analisi dell’esposizione al rischio e di determinazione della gestione migliore di tale esposizione.
 
S
 
SGR
Società di gestione del risparmio, autorizzata a prestare il servizio di gestione collettiva del risparmio (promozione, istituzione e organizzazione dei fondi comuni e/o gestione del patrimonio di OICR di propria o altrui istituzione). La SGR gestisce il patrimonio del fondo, scegliendo i titoli da comprare e vendere, l´investimento in liquidità, la composizione del portafoglio e la ripartizione dell’investimento tra attività rischiose e prive di rischio. Oltre alla gestione collettiva, può prestare anche il servizio di gestione individuale per conto terzi (gestione di portafogli). Per operare devono ricevere l’autorizzazione della Banca d’Italia, che dà il via libera sentita la Consob.
 
Sicav

Società di Investimento a Capitale Variabile. Queste società hanno come oggetto esclusivo l’investimento del patrimonio, raccolto mediante l’offerta al pubblico di proprie azioni. La Sicav differisce dal fondo comune di investimento in quanto il patrimonio del fondo è autonomo da quello della SGR e l’investitore sottoscrive quote del fondo. I partecipanti ad un Sicav sono, invece, soci della Società e acquisiscono azioni della medesima Società. Ogni Sicav può essere divisa in più comparti, ciascuno specializzato in un tipo di investimento (per esempio azionario od obbligazionario).


 
SIM
Società di intermediazione mobiliare, autorizzate a prestare servizi di investimento, quali il collocamento, la negoziazione per conto proprio e per conto terzi, la ricezione e trasmissione di ordini e la mediazione. Per l'offerta fuori sede devono avvalersi dei promotori finanziari. Le Sim sono iscritte a un albo che è gestito dalla Consob.
 
Stock grant
Una forma di remunerazione concessa ai manager attraverso un’assegnazione gratuita di azioni della società; di solito è connessa alle prestazioni in termini di strategia e rendimento.
 
Stock option
Il diritto di acquisire o vendere un’azione a un certo prezzo in un determinato arco temporale. Questo strumento è ampiamente usato come incentivazione e compenso nei confronti dei dipendenti, specialmente i top manager di grosse società che relazionano il compenso di vari livelli di management al rendimento delle azioni della società.
 
T
 
U
 
Utile per azione
Utile netto diviso per il numero delle azioni che costituiscono il capitale azionario.
 
V
 
W
 
X
 
Y
 
Z
 
 
 

Torna all'inizio