Pari opportunità

ultimo aggiornamento  22/01/2018
 
 

Banca Generali persegue la valorizzazione delle persone, riconoscendo alle differenze il contributo che possono fornire all’organizzazione. L’attenzione e l’impegno verso i collaboratori, considerati capitale strategico sul quale il Gruppo basa il proprio successo, il rispetto della dignità umana, della libertà, dell’uguaglianza, delle pari opportunità nel lavoro e nei percorsi di carriera, senza alcuna discriminazione basata sulla nazionalità, il sesso, la razza o l’origine etnica, la religione, le opinioni politiche, l’età, l’orientamento sessuale, la disabilità, lo stato di salute sono sanciti nel Codice di Condotta del Gruppo Generali e del corrispettivo documento adottato in Banca Generali.

A fine 2016 il numero delle donne impiegate all’interno di Banca Generali raggiungeva la maggioranza assoluta del totale (50,6%). 

 

Per quanto riguarda le pari opportunità per i diversamente abili, vengono rispettate e attuate le normative nazionali che tutelano tale categoria. In particolare, presso l’unità produttiva di Trieste è attiva una convezione con il competente ente pubblico per l’inserimento mirato di dipendenti disabili, al fine di creare le condizioni per una migliore e proattiva collocazione lavorativa nel rispetto delle problematiche degli interessati.

Generali Group
Numero Verde 800-155155