Comunicati stampa

Risultati Preliminari 2020

La forza e la qualità della crescita spingono l’utile, sui massimi nonostante oneri straordinari non-operativi

  • Utile netto: €274,9 milioni (+1%)
  • Utile netto ricorrente: €158,8 (+7%)
  • Utile netto del quarto trimestre: €79,1 milioni (+4%)
  • Ricavi totali: €617,6 milioni (+7%)
  • Costi operativi ‘core’: €191,3 milioni (+3%)

Nuovi picchi di masse e raccolta

  • Masse totali a €74,5 miliardi (+8%)
  • Masse in consulenza evoluta: €6,0 mld (+27%)
  • Raccolta netta 2020: €5,9 miliardi (+14%)
  • Raccolta netta gennaio 2021: €393 milioni (-10%)
  • Raccolta netta gestita e assicurativa: €201 milioni (+41%)

Dividendo a €3,3 per azione con pay-out al 70,5% su utili cumulati 2019-2020

  • Pagamento di due dividendi: 1) €2,7 per azione dal 15 ottobre al 31 dicembre 2021; 2) €0,6 per azione dal 15 gennaio al 31 marzo 2022

Milano, 10 febbraio 2021 - Il Consiglio di Amministrazione di Banca Generali, riunitosi sotto la presidenza di Giancarlo Fancel, ha approvato i risultati preliminari consolidati al 31 dicembre 2020.

L’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Banca Generali, Gian Maria Mossa, ha commentato: “Un risultato molto solido di cui siamo orgogliosi per l’impegno e la determinazione che esprime e di questo desidero ringraziare tutti i nostri banker e colleghi. In un anno così complesso caratterizzato dall’emergenza sanitaria e dalla crisi economica siamo stati in grado di stare ancor più vicini ai clienti e proteggere al meglio i patrimoni come si evince dai picchi di masse, flussi di raccolta e risparmi sotto advisory evoluta. Nonostante gli oneri straordinari ed aliquota fiscale più elevata, ci lasciamo alle spalle il miglior anno nella storia della banca e ci presenteremo agli azionisti in assemblea con una proposta di dividendo importante, confermando un modello di business basato su crescita sostenibile e creazione di valore per i nostri azionisti. Siamo entrati nell’ultimo anno di piano triennale convinti di rispettare i target prefissati ed in molti casi di superarli, forti della costante crescita nella diversificazione dei ricavi e nella forza della leva operativa, con asset in crescita e costi sotto controllo. A prescindere dalle incognite dalla pandemia, l’attenzione che ci giunge da tanti professionisti interessati a valorizzare le proprie competenze nel private e nel wealth management e la forte domanda di consulenza dalla clientela, ci fanno guardare con ottimismo al 2021”.

Scopri il nostro Press Kit

Il nostro Press Kit con tutti gli strumenti di informazione dedicati alla stampa.