News

12 aprile 2021

Banca Generali nel digital talk con ERG e l’Università di Genova per parlare di innovazione e sostenibilità

Un dialogo aperto tra mondo del risparmio, impresa e università per parlare di innovazione e sostenibilità.

È stato questo il focus del digital talk "Risparmio ed energia, l'innovazione al servizio della sostenibilità" organizzato con alcuni ospiti d'eccezione provenienti dal mondo dell'energia, delle università e dell'editoria per parlare di come l'innovazione può essere l'elemento cruciale per velocizzare i processi di sviluppo sostenibile.

Nel corso della tavola rotonda virtuale, aperta agli studenti, hanno partecipato:

  • il nostro AD Gian Maria Mossa;
  • il Vice Presidente Esecutivo di ERG, Alessandro Garrone;
  • Il rettore dell’Università di Genova, Federico Delfino

A tirare le fila del discorso Luca Ubaldeschi, direttore de Il Secolo XIX.

I relatori hanno analizzato i temi legati al mondo dell’energia e dell’impresa e del risparmio, oltre che delle politiche giovanili e di come questi elementi si combinino oggi in un processo di cambiamento in atto anche alla luce degli investimenti legati alle decisioni del governo rispetto ai fondi varati dall’Unione Europea con il Recovery fund.

L'AD Gian Maria Mossa: "Il nostro settore sta attraversando un momento importante di crescita fortissima e contemporaneamente affronta un problema di ricambio generazionale. Bisogna creare le premesse, le condizioni per affiancare ai banker più esperti quelli più giovani per avviare un processo di apprendimento di una professione che richiede tempo, non solo per una questione di professionalità ma anche per la conquista di competenze relazionali. In questo il ruolo delle aziende è decisivo come lo è anche quello del governo che credo abbia in testa l’intenzione di affiancare i giovani in questi percorsi".

Sul ruolo del governo è poi intervenuto Alessandro Garrone, Vice Presidente Esecutivo di ERG: "Speriamo arrivi un impulso immediato alla transizione energetica e digitale e, guardando in prospettiva più lontana, ci auguriamo di trovare nell’esecutivo un partner di progettazione che investa in reti e infrastrutture, e in una serie di elementi che vanno programmati non ad un anno ma con un orizzonte di almeno dieci anni".

Infine sui giovani il rettore dell'Ateneo genovese, Federico Delfino commenta: "C’è molta consapevolezza negli studenti rispetto alle sfide che dobbiamo affrontare in ambito di transizione energetica per abbandonare definitivamente un mondo alimentato da combustibili fossili per approdare ad uno basato sulle fonti rinnovabili. I nostri studenti ci fanno costantemente notare come la necessità di un cambiamento delle politiche energetiche sia decisivo. Sistematicamente presentano spunti e idee per portare avanti innovazioni in questa direzione. Questo ci fa davvero ben sperare per il futuro".

Altre News

Scopri i nostri social media

I nostri canali social per rimanere aggiornati in tempo reale sul mondo Banca Generali.