Vai al contenuto principale
L’AD Gian Maria Mossa all’evento digitale organizzato da ABI Formazione

News

L’AD Gian Maria Mossa all’evento digitale organizzato da ABI Formazione

Protezione, consulenza, evoluzione digitale, sostenibilità. Sono i temi principali della relazione che il nostro AD Gian Maria Mossa ha illustrato prendendo parte stamattina all’evento annuale “Banche, Servizi di investimento e Clientela Retail” organizzato da ABI Formazione per discutere su come cambierà l’industria del risparmio e la gestione della relazione consulente-cliente nell’era post Covid-19.

All’evento, trasmesso in digitale attraverso la piattaforma ABI, hanno preso parte numerosi ospiti tra economisti e massimi dirigenti di altre realtà bancarie che si sono confrontati in un dibattito sui temi centrali del momento ancora condizionato dalla pandemia, a partire da sostenibilità e digitale.

L’AD ha sottolineato come al vertice di tutti i temi, per Banca Generali è centrale la tutela e la protezione dei patrimoni nel lungo termine. Quindi il ruolo della sostenibilità come trend già presente e che entro pochi anni sarà dominante rispetto a tutti gli investimenti tradizionali. Senza dimenticare il digitale, un mondo che si è affermato in questo periodo e che sarà un elemento decisivo anche in futuro nel quale comunque non sostituirà il rapporto umano per essere semmai un valido aiuto per il consulente che, a sua volta, potrà servirsene per migliorare la qualità del suo servizio.

Il percorso di Banca Generali

Gian Maria Mossa ha delineato i focus del percorso di Banca Generali in questa fase:

“Nel primo periodo del Covid abbiamo perseguito un obiettivo più sociale che economico stando vicini al Paese. Abbiamo cercato di essere di supporto sia al sistema sanitario, sia a quello imprenditoriale con iniziative di cartolarizzazione dei debiti delle pmi attraverso la collaborazione con fintech tecnologiche come Credimi, portando sostegno alle aziende in difficoltà”

Poi il tema del business: “Ci siamo poi concentrati sugli obiettivi economici che per essere centrati hanno avuto bisogno di una forte leva sull’ engagment delle persone per avere una direzione condivisa: abbiamo messo al centro di questo processo dipendenti e consulenti con i quali abbiamo condiviso la necessità di concentrarci sui clienti. Clienti che hanno manifestato subito, prima di tutto un’esigenza di protezione e di chiarezza tecnologica”.

A tal proposito l’Ad ha confermato che è proprio la relazione cliente-consulente che è stata al centro delle attenzioni di Banca Generali in questi mesi: “Il Covid ci ha insegnato che essere digitali è importante ma ancora di più lo è portare vicinanza ai risparmiatori. Questa situazione ha spinto i nostri consulenti a riaffermarsi ancora di più come “registi” delle varie relazioni del cliente, in una logica che valorizza sempre di più la loro figura professionale”.

Altre News

press e media Scopri i nostri social media

I nostri canali social per rimanere aggiornati in tempo reale sul mondo Banca Generali.